Magazine » Lo scisma calcistico e come resistere all’antimondiale

Lo scisma calcistico e come resistere all’antimondiale

Lì per lì non ci ho pensato, ma alla fine la storia che l’Italia non andrà ai mondiali un po’ mi scoccia. Si può proferire il termine “scoccia” in volgare per significare “crea ugge” o vale solo la versione con il “tch” se ci riferiamo all’atto dell’impacchettare con il nastro adesivo? Misteri della Crusca.

Cioè, in assenza della Nazionale deve comunque valere il principio per cui si battezza una squadra e poi se vince si va a festeggiare di brutto, no? Passiamo in rassegna alcuni criteri credibili di scelta: più vicine la Francia e la Svizzera, ma in Argentina ci sono diversi giocatori con origini italiane. La Corea del Sud ricorda l’eliminazione del 2002 e sarebbe una scelta coraggiosa, il Brasile vinse nel ‘58 quando l’Italia non si qualificò ai Mondiali di 60 anni fa. E in tutto questo, chi è la favorita? Forse la Germania, però anche la Francia è insidiosa e bisogna tenere d’occhio le sudamericane, il Belgio è pieno di talento; o magari è la volta buona che la Brexit serve all’Inghilterra per assumere rilievo internazionale. Comunque, occhio agli italiani che vendono sempre cara la pelle eh! Ah no, l’Italia non va ai Mondiali nel 2018! Perdonatemi la leggerezza con cui si trattano temi di rilevanza straordinaria, come direbbe sacchianamente l’Arrigo, ma sostanzialmente questa non partecipazione era nelle cose e parte da lontano, perciò ben vengano le barze in assenza delle esultanze.

A proposito, forse ci saranno meno tradimenti delle mogli coi bagnini mentre i mariti sono davanti al maxischermo. “Caro, non eri al bar a vedere la partita?” “No, alla fine Egitto-Australia non era così emozionante, ma Karim non era un’amica?”. Troveranno altri modi.

In ogni caso ci sono gli estremi per un sincero Romagna 2018, che è un po’ l’Antimondiale, la cattività riminese in cui numerosi turisti dell’Est Europa assieperanno l’adriatico per guardare le partite delle loro nazionali. Del resto, in Russia e in Polonia Andrea è un nome femminile.

Luca_Severi

Luca Severi

Sagittario, nato nel 1984. Laureato in Filosofia, nutro una grande passione per la scrittura, il running e l’arte del cazzeggio. Adoratore della senape.
Per il Grafema Magazine scrivo articoli di cultura e recensioni musicali.
Leggi la mia biografia oppure