Magazine » Leggere sulle stelle – Parte 3

Leggere sulle stelle – Parte 3

Eccoci alla terza puntata di “Leggere sulle stelle” e ai consigli per orientarsi nel cosmo letterario ai nati bilancia, scorpione e sagittario. Buon proseguimento : )

Bilancia

La bilancia è il segno dell’eleganza e della ricerca estetica e le persone del segno spiccano per raffinatezza. È anche il segno dell’equilibrio, piuttosto come aspirazione che come realtà, dato che spesso volge in incertezza e contraddizioni fra l’io e l’altro. Gli scrittori di questo segno puntano al difficile compito di raggiungere la perfezione attraverso la sperimentazione. Esempi notevoli di tale proposito furono Samuel Taylor Coleridge, Oscar Wilde, Thomas Stern Eliot, Francis Scott Fitzgerald. Sperimentatore in campo filosofico, ma anche capace di letteratura, fu Friedrich Nietzsche. Ritroviamo lo stesso spirito di innovazione in autori che hanno segnato il Novecento italiano quali Calvino, Buzzati, Grazia Deledda e Campanile.

Consigli per gli acquisti:

Oscar Wilde, De profundis

Francis Scott Fitzgerald, Tenera è la notte

Italo Calvino, Le città invisibili

Irvine Welsh, Trainspotting

Scorpione

Lo scorpione può essere un segno ombroso e burbero all’apparenza. La sua natura istintiva lo rende un amante appassionato e forse il più ricercato dello zodiaco sotto tale aspetto. L’indole degli individui scorpione li rende talvolta poco avvicinabili, ma si tratta di persone molto affidabili per serietà e determinazione. Come scrittori, gli scorpioni amano indagare il passato quale esperienza fondamentale dell’essere. Voltaire e John Keats, Robert Louis Stevenson, Gadda, Turgenev, Dostoevskij, Camus, Saramago, Agota Kristof, Don DeLillo, Margaret Mazzantini e Sebastiano Vassalli: si tratta di una lista molto parziale degli straordinari autori nati nel segno. Spesso, nelle opere degli scorpioni si possono trovare elementi fantastici o magici, come nei testi di Kurt Vonnegut, Neil Gaiman e di Gianni Rodari, autore fra l’altro di una Grammatica della fantasia.

Consigli per gli acquisti:

Carlo Emilio Gadda, La cognizione del dolore

Kurt Vonnegut, Madre Notte

Agota Kristof, Trilogia della città di K.

Gesualdo Bufalino, Diceria dell’untore

Sagittario

Il sagittario è il segno della conoscenza, dell’esplorazione e della ricerca della verità. I sagittari difficilmente mancheranno di lealtà o di buona fede, ma dato il loro impulso al cambiamento possono vedere diminuire, alla lunga, le energie che investono su di un progetto per buttarsi a capofitto in un altro. Curiosità per la natura umana, attenzione al sociale, humour sono le caratteristiche dei raffinati scrittori del segno. Sagittario fu Nostradamus, nato il 14 dicembre 1503, che incarna l’ideale tensivo verso la conoscenza dei centauri. Importanti autori del segno furono Jonathan Swift, Mark Twain, Jane Austen, Flaubert, la poetessa Emily Dickinson, Rilke. Tra i moderni trovano posto scrittori di fantascienza quali Arthur Clarke e Philip Dick e importanti autori del Novecento italiano: Gozzano, Lussu, Moravia, Svevo, Carlo Levi sono nati nel segno.

Consigli per gli acquisti:

Rainer Maria Rilke, Lettere a un giovane poeta

Italo Svevo, La coscienza di Zeno

Philip Dick, Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

Emmanuel Carrere, Limonov

Saluti dal vostro L. S.,

vi aspetto domani con i segni del capricorno, dell’acquario e dei pesci!

Vuoi leggere le affinità letterarie dei primi sei segni zodiacali? Qui sotto trovi i link: “Leggere sulle stelle – Parte 1”, “Leggere sulle stelle – Parte 2”

 
A Ottobre i nuovi corsi e laboratori.

Cosa aspetti?
Iscriviti ed entra
nel mondo del Grafema!

Luca Severi

Sagittario, nato nel 1984. Laureato in Filosofia, nutro una grande passione per la scrittura, il running e l’arte del cazzeggio. Adoratore della senape.
Per il Grafema Magazine scrivo articoli di cultura e recensioni musicali.
Leggi la mia biografia oppure