Ciottoli di fiume

Editoriale: Grafemi e Nuvole

Avete presente quelle mattine?

Ma sì, quelle mattine serene che si inseriscono tra giorni sereni, quando tutto va bene, quando non ci sono arretrati, quando tutto sembra funzionare. Avete presente?

Sì? Fortunati.
Ma dentro quelle mattine serene, avete presente quella sensazione di incompiutezza nonostante le mille cose fatte e da fare, quel ticchettio come di pioggia sui vetri che vi sveglia senza motivo apparente, troppo presto, la domenica mattina?

Avete presente?
Ecco, questo è esattamente quello che stava accadendo a noi. Sono passati diversi mesi dall’ultimo articolo de Il Grafema Magazine.

Una bella pausa, però necessaria.
Necessaria perché, nel frattempo, di strada ne abbiamo percorsa tanta e ogni passo ha portato nuovi impegni e nuovi crocevia nei quali ci siamo dovuti fermare per scegliere la direzione migliore. Il Grafema è cresciuto, poi si è ristretto, poi è cresciuto ancora. Ha rischiato di chiudere e si è ripreso, si è trasformato senza perdere di vista le sue origini. Come tutte le creature vive.
Una bella e necessaria pausa dicevamo, almeno dagli articoli del magazine, per le tante e belle cose da fare tra le mille di tutti i giorni e quelle per rendere Il Grafema quella casa che abbiamo immaginato.

E qualcosa mancava.
Chi ama scrivere, chi ama occuparsi di cultura e creatività non per accumulare conoscenze ma per condividerle, è un po’ come un ciottolo di fiume. Se ne starebbe ben più tranquillo e pacioso buttato al sicuro su una ripa, il più in alto possibile, magari con il solo divertimento segreto di far scivolare un qualche incauto camminatore con una fasulla impressione di solidità. Ma non è la sua natura. Quello che vuole è stare al centro del fiume, lisciato e levigato dalla corrente, sballottato dalle piene primaverili e trascinato dalle secche estive, eppure amato intimamente dalla corrente, che riama. Quella corrente che da un lato, un poco alla volta, magari ti consuma, ma allo stesso tempo mescola parti di te a un tutto più grande, in corsa verso un tutto ancora più grande.
Fare parte di questo flusso – giocando fuori di metafora, per fare la nostra parte nel diffondere cultura – era qualcosa che ci mancava terribilmente. La nostra pioggia sulle persiane, il nostro gatto che gratta dietro la porta.
Quindi, siamo tornati. Siamo tornati e, come sempre quando si ha paura di non avere abbastanza tempo, rilanciamo con tante cose in più.

Nelle prossime settimane scoprirete il nuovo formato de Il Grafema Magazine, che ora è solo la punta, il nostro spazio aperto al mondo virtuale di un progetto ben più grande che scavalca ormai i confini della Romagna, pur tenendola al centro di quello che facciamo.
Scoprirete i tantissimi corsi, non solo di scrittura creativa, e i nuovi formatori che ci accompagneranno a partire dalla prossima stagione.
Scoprirete gli eventi sul Territorio che stiamo organizzando, le collaborazioni che stiamo stringendo con altri gruppi e associazioni che come noi cercano di diffondere cultura, che abbiamo incontrato ai tanti crocevia di questi anni.
Scoprirete il nostro lavoro con le scuole e gli insegnanti, con la parola scritta e la musica, con le illustrazioni e con il cinema.

Scoprirete tutto, perché Il Grafema in realtà esiste principalmente per voi che partecipate a quello che proponiamo, così come una bella fiaba esiste in gran parte per chi la ascolta a occhi sbarrati, più che per il libro che la contiene.

Quindi, gente, allacciate le cinture, preparate taccuino e macchina fotografica, prendete un bel respiro. Si riparte. Per dove, lo scopriremo insieme, anche a costo di perderci, qui e lì. 
Anzi, a essere del tutto sinceri, forse proprio allo scopo di perderci. Sono i viaggi migliori.

Andiamo?

Giorgio Arcari

Direttore editoriale

Classe 1980. Milanese di nascita e di fretta e romagnolo di tappa o forse di arrivo. Da bambino ho deciso che avrei fatto lo scrittore, da grande.
Curo l'editoriale Grafemi e Nuvole, scrivo racconti e recensioni di film e serie tv.
Leggi la mia biografia, trovami sui social oppure

Altri articoli di Giorgio