Giorgio Arcari

Classe 1980. Milanese di nascita e di fretta e romagnolo di tappa o forse di arrivo. Da bambino ho deciso che avrei fatto lo scrittore, da grande. Nel frattempo ho girato il mondo, un po’. Ho raccontato quello che ho visto, un po’. Ho scritto e un po’ forse sono stato anche letto. Ora mi godo la colpa della prima scintilla che ha acceso Il Grafema. Scrivo perché sono ancora quel bambino che farà lo scrittore, da grande.

Editoriale: GRAFEMI E NUVOLE
Altri scritti: RACCONTI, RECENSIONI DI FILM E SERIE TV