Magazine » Redent Enzo Lomanno per Bibbia d'Asfalto: poesia urbana e autostradale

Categoria: Redent Enzo Lomanno per Bibbia d’Asfalto: poesia urbana e autostradale

Rubrica di Bibbia d’Asfalto

Sei Afrodite

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Sei Afrodite che le aurore coniugali
si provano a sbiadire e invece dura
nelle gambe, nella schiena, nell’odore
(quello più di tutto) buono
delle tue acque di dea
e del tuo fieno.
So bene che Aurea, Callipigia
sono ormai nomi di molte;
mammellute che pullulano
con la loro dotazione
d’anagrafe e boccucce
neanche fossero frecce queste
con cui Eros può appiccare il fuoco.
Ma so altrettanto chi è per me l’Anadiomène,
l’unica, la Citerea, e la studio posarsi
anche adesso
sulla sedia, spostare il peso
sui glutei, sulle cosce, chinarsi,
schiudermi e chiudere le baie, aprire
le ali e ripiegarle in un invito
che nemmeno sa di fare.
Così mi cresce la sete guardandoti
e il timore insieme di non poterti bere
e la sete e il timore e la sete
che spaventa e il timore che mi asseta
finché bruciare al tuo contatto
non resta l’unica cosa di cui m’importa
in terra.

 

Ivano Ferrari

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

In ascolto

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

La casa ha una voce.
L’avverto come spleen soave
in picchiata sulle serrande.
Narra di sé
l’invisitabile.
E questo mi piace.
Spalanca al curioso
la muta goduria
di un mistero.

 

Francesca Rossetti

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Ti solleva la sera o ti sollevi

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Da solo allontanandoti dal vero
da uno stelo più verde del pensiero

nuovo che arriva
a baciarti saliva

e lacrimose gioie come perle
di naftalina

sciolte nel folto imbroglio della lana
di fine inverno?

 

Francesca Ferrari

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Poesia erotica

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Di poesia erotica
Ne ho le palle piene
Amore mio
Lasciamene leccare via
qualche riga

 

Daniele Casolino

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Il voto dei ciliegi

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Si aspetta: il voto dei ciliegi
ad alternare la carica dei frutti
e la miopia dei tuoi occhi

la mappatura dei sorrisi di Omar
le gambe strette per non farsi
mancare nemmeno un tuono

la santa inquisizione delle nespole
che imboccano con grembi di zucchero
i figli dell’inverno

lei che ti guarda e porta
Ventiquattromila baci nella bocca
e non sai più dove metterli

la radioattività della tua persistenza
a non chiudere un sorriso
nemmeno uno, sui nembi della faccia.

 

Massimiliano Moresco

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Sarò devota, Madre

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

ho camminato nel luogo dei fiori
e compreso che per sopravvivere
sarò devota alla tenerezza, Madre
devota alla nitidezza e all’affanno
dei bambini quando giocano
fino a che il sonno vince
come qualcuno li spegnesse d’un tratto
sarò devota alle ombre morbide
di chi ho perduto e mi accompagna
forte del seminato quando luna era crescente

devota al vento che soffiando verso la costa
innalza il livello del mare sui litorali, devota al pane
mentre lievita sotto un canovaccio bianco

sarò devota all’amicizia
al non accontentarsi, alla rugiada del mattino
al gattino che s’insegue la coda
e mi ricorda l’uomo quando cerca ovunque
tranne dentro se stesso i doni della Madre

sarò devota a me stessa
per onorare coloro che mi amano
perché in questo luogo dei fiori
dove ogni fiore è un luogo
la cura, pur se piccola, è ricambiata con amore

amore, parola delicata e imprescindibile
forza di marea che non si arresta
alla foce dei fiumi ma li risale

 

Annamaria Giannini

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Avete perso

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Avete perso
la guerra
la testa e il senso di quasi tutte le cose
che dietro ogni fossa comune c’è sempre qualcuno
che inizia con toni sommessi
Avete perso la strada di casa
ma poi tirate fuori
occhi lucidati
nei giorni di festa guardando dritto in camera
e poi li riporrete
come vecchi anelli
sotto le mutande nella cassettiera
E dopo continuerete a perdere
ancora
voi stessi
come condensa sui vetri nei giorni di nebbia
ed anche me
che sto perdendo voi
e forse è già successo
perché non mi interessa.

 

Gino Panariello

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Il vento ti ha già portato via

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Il vento ti ha già portato via
lontano dagli altri venti,
e quando sei morto qualcosa dentro me è morto
e così ho preso a sognare il ragazzo verde
a tutte le ore della notte
con la sua tuta grigiorossa e le quattro finestre
ai lati della nostra strada,
chiuse come dame vespertine
le troie già sudate come gli angoli della bocca del grande nondio
io portata dal vento
e tu che non esisti ma in qualche modo
sei apparso nella veste nera delle mie ciglia, ragazzo verde
e adesso di questa giovinezza di ieri e giovinezza futura
non so che farmene
posso solo aspettare
che il vento ci porti via.

 

Veronica Falco

 
A Ottobre i nuovi corsi e laboratori.

Cosa aspetti?
Iscriviti ed entra
nel mondo del Grafema!

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

L’insonnia di Osvaldo

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

La pessima idea sta sul palmo
e questa mano, che si allunga,
prende senza restituire mai
quei pochi sussurri, liquefatti all’orecchio
così spogli di ogni buia costrizione,
da riempire i miei vuoti di rose
sputandomi addosso – neri verdetti –
che alla fine sono un po’, come burro al sole
in un involucro di dispiacere plastico,
messo lì, da qualche parte a marcire
evitando una diffusione urlata a pezzi sparsi
e che aspetta il totale scioglimento finale,
che si trasforma in un rigagnolo in discesa
pieno di speranze oleose insinuate nella mente,
che tacciono piccoli sotterfugi maleodoranti
i quali provano ad entrare di tanto in tanto
nella mia verginità posteriore senza successo,
visto che tento il sonno a pancia all’aria spesso.
Ma è solo un giorno in più e se ne vivrà l’illusione
lungo ogni strada che è il percorso,
a strettoie e curve sempre incuranti
delle gesta quasi commestibili tutte intorno,
agitate come bandierine bianche da frulla-minchia
severamente seri e praticamente insensati,
perché qui l’effetto memoria brilla in standby
come quell’odiosa lucina rossa sempre accesa
davanti ai tuoi occhi nella notte al neon selvaggio,
con il battito del cuore che invade il buio,
in una ballata che ti accompagna fino al mattino
togliendoti vizi e virtù, come un esattore pallido
che nella luce tende le sue dita impietose e viscide,
verso le mie labbra che si seccano al primo sole
e che si fanno riguardi assurdi,
davanti alle mie domande sporche di caffè!

 

Paolo Aldrovandi

 
A Ottobre i nuovi corsi e laboratori.

Cosa aspetti?
Iscriviti ed entra
nel mondo del Grafema!

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure

Senza nome

Rubrica: Poesia urbana e autostradale

Sono dovuto diventare spugna
per assorbire dall’acqua
le pennellate sbagliate,
perché blu e rosso
non vanno d’accordo,
soprattutto d’estate.
Sono dovuto diventare alga
per confondere i turisti
con questa forma
da straccio strappato,
perché soldi e coscienza
non vanno d’accordo,
nemmeno d’estate.
Sono dovuto diventare abisso
per far sprofondare in me
le ombre scappate,
perché cimiteri e senza nome
non vanno d’accordo,
sempre d’estate.
Sono dovuto diventare piovra
per oscurare tutte
le paure degli altri
e non le mie,
perché sputi e recinti
e conti e rifiuti
vanno d’accordo,
d’estate
e sempre
e per sempre.

 

Jaime De Castro

 
A Ottobre i nuovi corsi e laboratori.

Cosa aspetti?
Iscriviti ed entra
nel mondo del Grafema!

Bibbia-d'asfalto

Bibbia d'Asfalto

Redattore
è un collettivo di poeti nato nel 2012, attivo sui social con un blog e un gruppo Facebook (che conta oltre 2000 iscritti). La rubrica curata è Poesia urbana e autostradale.
Leggi la biografia oppure