Animals 1 – Cani social

Rubrica: Animals

I miei cani si chiamano Nero e Bianco. Nero è un cane adulto di taglia media. Quando lancio il bastone me lo riporta ma, per così dire, con moderazione. Sembra capire che ci possiamo divertire per dieci minuti, poi però basta. Bianco è giovane e in realtà ha il pelo di un bel color avorio e lo sguardo pieno di dolcezza. Beh, sembrano fratelli. Il miscuglio casuale di sangue ha generato lo stesso pelo corto, le orecchie diritte e code simili arricciate all’insù. Bene. Quando ho adottato Bianco ho iniziato a mettere la scodella del giovane fuori del recinto dove mangiava l’adulto. All’inizio i due cani svuotavano le loro ciotole senza distrarsi. Poi un giorno Nero ha divorato solo metà della sua razione, poi raspava perché voleva uscire dal recinto. L’ho fatto andare fuori e si è avventato sulla scodella di Bianco che, d’altra parte, era corso dentro a mangiare la porzione rimasta di Nero. Sia chiaro, l’anziano ringhia appena il cucciolone si avvicina alla sua ciotola mentre il giovane è remissivo e si adegua con la coda tra le gambe. Ok. Adesso la situazione è questa: Nero appena riceve la sua razione inizia a ringhiare perché vuole andare fuori e Bianco trascura la sua ciotola per capire se può approfittare della distrazione dell’anziano per andare a mangiare nella sua scodella. C’è solo un’eccezione: se ritardo a dare loro il mangiare e sono molto affamati. La pantomima, l’erba del vicino che è più verde, viene evitata. Pensano solo ad ingozzarsi. Ho pensato che in qualche modo queste messe in scena siano una sorta di recita primordiale: commedia e tragedia assieme. Ultimo passaggio. Immagino una situazione estrema, futuribile, in cui i miei due cani possano digitare con le loro zampe. A pancia piena ma invidiosi della ciotola dell’altro: trasformati in rabbiosi cani social.

Massimo Rastelli

Redattore

Sono nato nel 1958 a San Marino. La passione per la scrittura l’ho sempre avuta, anche se in certi periodi in modalità silenziosa. Il quotidiano La Tribuna Sammarinese ha pubblicato nel 2004 una raccolta di miei articoli col titolo SITI – Luoghi fisici, mentali, virtuali.
Le mie rubriche sono Cronache dal Cantiere e Animals.
Leggi la mia biografia oppure

Altri articoli di Massimo