Magazine » Amanti degli animali, fatevi avanti: JAMES HERRIOT è quello che fa per voi!

Amanti degli animali, fatevi avanti: JAMES HERRIOT è quello che fa per voi!

Chi

Veterinario di campagna. Amante dei paesaggi inglesi, della natura, degli esseri umani attorno a lui e, ovviamente, degli animali.

Scrittore.

James Alfred Wight, meglio conosciuto con lo pseudonimo James Herriot, era inglese e amava il suo lavoro. Nato il 3 ottobre 1916, sotto il segno della bilancia, a Sunderland (un nome un programma!), si spostò quasi subito a Glasgow con i genitori e, dopo la laurea, nello Yorkshire, dove passò tutta la sua vita.

Lo sfondo dei suoi racconti sono Darrowby, lo sfondo della sua vita furono la moglie Helen, i suoi colleghi e amici e i suoi pazienti.

Dopo esser diventato padre di due figli e di circa una ventina di opere, muore nel suo paesino nel 1995.

Cosa

James Herriot ebbe sempre, nel corso della sua vita, il desiderio di scrivere un libro.

Il suo impegno nella medicina veterinaria e per la famiglia accelerarono il tempo e frenarono la voglia di scrivere, ma solo per finta. All’età di 50 anni la moglie, spronandolo a prendere in mano penna e foglio, lo convinse a cominciare. Dopo vari tentativi falliti si stupì nel capire che doveva concentrarsi su qualcosa di molto semplice e a portata di mano per raggiungere i lettori: il suo lavoro.

Finalmente, nel 1969, uscì If only they could talk (Se solo potessero parlare), prima delle tante storie, ma fu con Creature grandi e piccole che ebbe immediato successo.

«Di questo non si parlava nei libri, pensai mentre la neve sospinta dal vento entrava dalla porta aperta e mi si posava sulla schiena nuda. Ero sdraiato a faccia in giù sul selciato in una pozzanghera di sporcizia indefinibile con il braccio affondato dentro la mucca che aveva violenti fremiti e con i piedi che cercavano un appiglio tra le pietre. Ero nudo fino alla vita e su di me la neve si mischiava con lo sporco e con il sangue secco. Non riuscivo a distinguere niente oltre il cerchio di luce tremolante gettata dalla fumosa lampada a petrolio che il contadino reggeva al di sopra di me».

Perché

La scrittura di James Herriot è piena di amore, è semplice, luminosa e positiva.

Ha una penna e una mano felice, per non parlare del cuore, con il quale cura i suoi amici animali anche nelle situazioni più difficili e dure (da far concorrenza a Lavori sporchi).

Sono storie fatte di tranquilli paesaggi descritti con immensa e perfetta dolcezza, ma fatte anche di uscite notturne, di freddo, di macchine scassate e di vite in difficoltà.

Le vicende degli animali che James Herriot cura sono comiche e commoventi, quindi aspettatevi di divertirvi, di ridere e di piangere.

Curiosità

Non subito i suoi tentativi di scrittura andarono bene. Diversi suoi racconti vennero respinti, ad esempio quelli sul calcio non vennero mai presi in considerazione.

Ricevette due lauree honoris causa, una dall’Università di Edimburgo, l’altra da quella di Liverpool, e un Award of Appreciation.

Creature grandi e piccole diventò prima un film del 1975 interpretato da Anthony Hopkins e, poi, una serie tv della BBC.

Sei pronto per l’inizio dei corsi di scrittura creativa del Grafema ad Ottobre?

Che aspetti? Scrivici per saperne di più, oppure clicca qui. 🙂

Gloria Perosin

Redattrice
26 anni, nomade e stabile a fasi alterne. Veneziana di nascita e crescita, riminese adottata. Mi piacciono: i cambiamenti, i traslochi, i gatti, le ortensie blu, le arti visive, il caffè americano, le mie piante.
La mia rubrica è Vite d'Altroquando.
Leggi la mia biografia, trovami sui social oppure