Grafema Magazine

Ultimi articoli pubblicati

Untitled

Rubrica: Poesia urbana e autostradale Tanto che vibra lingua che accigliata precipita vecchia grinza quando si rivela nuova parlata. Tanto che luce confuta litote sulla carta che tanto sessile si fa forma più scorre su piani inclinati per quel futile…

Il cielo in concerto

Nella frenesia dell’esistenza, ci sono momenti che muovono qualcosa dentro, zittiscono. Limpidi nella notte – con la luna che fa da spettatrice – si tuffano leggeri, i fuochi d’artificio. Passano attraverso la felpa e danno ritmo al cuore, dimostrando ai…

Scrivere per il web: come farsi leggere suscitando l’attenzione del lettore

Il web è inclemente. Non ha tempo da perdere, né pazienza, né curiosità. O meglio, la curiosità c’è anche, ma è frenetica, vuole essere subito soddisfatta, senza remore o divagazioni inutili. Ad esempio, queste mie poche righe appena tracciate potrebbero…

Exit West, Mohsin Hamid

Distanza dalla propria terra, dal proprio paese, distanza tra le case della stessa città. Distanza tra le persone, tra un “noi” e un “loro”. Exit West è un romanzo attuale più che mai e si posiziona nel mezzo della distanza…

The war – il pianeta delle scimmie

Di Matt Reeves, con Woody Harrelson, Andy Serkis. Ferragosto, scimmia mia non ti conosco. Ammetto che non avevo alcuna voglia di guardare e recensire questo film, ma poi ho studiato le alternative e ho visto che erano ben due film…

Rabarama, l’arte sulla pelle

Rubrica: Con la Cultura non si mangia? Un nome che sembra uno scioglilingua uscito da un libro di fiabe, per portarci lontano e raccontarci qualcosa di indimenticabile. Sarà per questo che il Cirque du Soleil l’ha scelta per una collaborazione…

Cigarettes After Sex

Rubrica: Taca la musica! Svegliarsi nel cuore della notte nella stanzetta di uno squallido albergo, tra lenzuola sgualcite e sudaticce. Inserire le gambe tra il letto e una sedia colma di abiti. Accendersi una sigaretta mentre la luce della luna…

Il Demone del Treno N. 4

Sei pronto per l’inizio dei corsi di scrittura creativa del Grafema ad Ottobre? Che aspetti? Scrivici per saperne di più, oppure clicca qui. 🙂 Il Gorgogatto Cos’è il treno? Io sono le persone che vi salgono e le storie che…

Prendo il prossimo

Sette del mattino. Passate. Paese deserto, sole già alto a promettere i quaranta gradi pure oggi. Mal di testa. Dio, che bevuta. ‘Sti napoletani sono dei pazzi. La meravigliosa Ischia di notte, un po’ di vino e qualche canzone. Peccato…

La mitraille

Rubrica: Poesia urbana e autostradale È spuntato alle spalle del muro nigeriano come un grande dio rosso io ero nel tappeto, nel cappello di paglia, nei campanelli di filo spinato, ad aspettare il mitra notturno sull’uscio. Lui s’è seduto davanti…

Metterla sul personale. Oppure no.

Rubrica: Pillole di scrittura Nella pillola precedente abbiamo parlato dei pronomi personali e di come e quando usarli, in base alla nostra storia. È un aspetto fondamentale, ma non l’unico legato al punto di vista che vogliamo offrire ai nostri…

Guerra fredda al discount

Antonio e Luisa, coniugi Rossi, sono una coppia consolidata-cicatrizzata ormai da tempo. Forse pure troppo. Sulla cinquantina, con vent’anni di matrimonio alle spalle e due figli, all’apparenza potrebbe sembrare un’unione felice e normale, invece… Altro che calore famigliare, in verità…

Vivi e vegeta: un noir vegetariano

I fiori hanno fatto i loro comodi troppo a lungo. È ora di piantarli. Francesco costruttore di mondi e Stefano inventore di volti: intervista agli autori. Pioggia battente. Strade sinistre. Buio umido. Sparizioni. Rapimenti. Omicidi. Segreti. Confessioni. False verità. E…

Di testa e di pancia

Editoriale: Grafemi e Nuvole Vi capita mai di sognare? Domanda sciocca naturalmente, certo che vi capita. Ve la faccio perché è proprio da qui, dal sogno, che parte la nuvoletta di oggi. Perché vedete, da qualche tempo i miei sogni…

Pendolari

Rubrica: Poesia urbana e autostradale ma non sopporto gli occhiali da sole, lo sguardo furtivo di due lenti appannate. preferisco ricamare sogni al vento di marzo appena nato. nessuno siede piuttosto: riempiono – a quattro a quattro – il vagone…

I più letti di Luglio

La natura, l’arte, le radici e la sperimentazione: intervista a Marina Girardi e Rocco Lombardi

La settimana scorsa vi abbiamo parlato del rifugio Villaneta e delle belle iniziative che vi vengono realizzate, ricordate? In quella splendida cornice abbiamo avuto la possibilità di fare due chiacchiere con una coppia, in tutti i sensi, di bravissimi illustratori…

I ragazzi dietro alle cineprese: il progetto “Cinema a scuola”

Quando il gioco si fa duro… Insegna! Scuola e passioni, idee e intersezioni. Sicuramente, almeno una volta nella vita, ognuno di voi ha sentito parlare de L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat, il famoso cortometraggio nel quale…

Vecchie Glorie disco pub

Torno single da poco. Mentre mi ritrovo sperduto in mezzo a un mare di solitudine, triste e sconsolato, i miei amici, invece di darmi conforto, mi incitano alla violenza: «Esci, vai fuori, devi andare a fare dei danni. Potessi essere…

Villaneta, un “rifugio” di natura e iniziative culturali

C’è un posto, sulle montagne sopra Forlì, che non è molto conosciuto, poco più di un piccolo punto sulla mappa. Per ora. Ci si arriva, rigorosamente a piedi, per un sentiero nel bosco, partendo da Campigna, nel parco delle foreste…

Della consapevolezza nella lotta con il correttore automatico

Rubrica: La Grammarnazi Alzi la mano chi non ha mai litigato con il correttore automatico del proprio telefono intelligente (ah, voi dite smartphone? Sicuri sicuri? Leggete qua!) o del proprio computer! Poiché è passato un po’ di tempo da quando…

Dicono che ognuno sia il frutto del suo fare

Rubrica: Poesia urbana e autostradale Dicono che ognuno sia il frutto del suo fare di tutte quelle assenze estese ai fianchi sull’inasprirsi delle ore e dei vestiti in quell’agire buio attorno agli angoli del noi in preghiera sulla tavola. Dicono…

Corri. Svegliati. Corri.

Editoriale: Grafemi e Nuvole Questo è un bel momento. Stiamo facendo una cosa che amiamo, siete in tantissimi a leggerci e siamo in tanti a scrivere nel Magazine. Uno di quei momenti in cui sembra che le cose non possano…

La Cavalcata delle Valchirie (Der Walkürenritt)

Rubrica: Sugna: scritti per l’umore e l’assetto lipidico Nel mio personale Bildungsroman, l’estate del 1982 è un passaggio fondamentale. È anche l’estate del Mundial, quello di Pablito Rossi e dell’URLO di Tardelli. Memorabile. Vivevo a Verghereto (FC), paesello adagiato sul…

Tra la mente e le labbra, abita il segreto

Fu in un Natale di un ‘’C’era una volta’’ che imparai la dura legge dei segreti. Dunque tu mi dici una cosa che non va detta. Ma se tu me la dici, non l’hai forse detta? Ad ogni modo mi…

Buio

Rubrica: Poesia urbana e autostradale Ero sicuro che ero, che fossi una corrente una volta in una valle avvolta da neve e che fossi, ero, forse, una certezza proprio là, in mezzo alle chimere che fossi così leggero, un monolite:…

Il riscaldamento globale nella mia camera da letto

Rubrica: Penna Ridens È una serata di inizio luglio. È da diversi giorni che il caldo, quello vero, ci attanaglia e non sembra mollare la presa, ma l’infallibilissimo servizio delle previsioni del tempo in TV parla chiaro: da stasera un…

Mettiamo i puntini… dove servono!

Rubrica: La Grammarnazi Trattare di punteggiatura al tempo della messaggistica istantanea può apparire desueto, ma la Grammarnazi è al di sopra delle mode passeggere e lotta solo ed esclusivamente per uno scopo: la salvaguardia dell’italiano. E della nonna. Che c’entra…

Otto marzo

Siamo sul volgere degli anni ’90. Io, Sametti e il Buono. 8 marzo, festa della donna. Stasera, branchi di femmine, come squali in frenesia, si aggirano per la Romagna in ranghi serrati a caccia di CARNE. Programma: aperitivo, pizza e…

Gli spari sopra sono per noi

Editoriale: Grafemi e Nuvole Giuro che non ne volevo parlare. Avevo già in mente una cosa lirica sullo scrivere con i piedi a mollo nell’Adriatico, sul considerare quanto (ulteriormente) diventino belle le donne in estate e se questo sia o…

Chi sei tu, per firmare al posto mio?

Dormono tutti e la lancetta dell’orologio mi pugnala a ogni secondo – sono qui da più o meno settemila duecento coltellate – e ancora resisto. I dottori dicono che non c’è molto altro da fare per Nonna D., ma io…

Io sono un cantastorie

Mi piace cadere

Ti aspetto

Inps

File, salva con nome: cartella bozze

Il tempo della vita

Chi sei tu, per firmare al posto mio?

Ottoequarantacinque

L’abbraccio del giglio

Why? Destino?

Estasi

Tra la mente e le labbra, abita il segreto

Equilibrio

Giallo

Dopo la tempesta

Scacchiera

La strada perfetta

Fermoimmagine

Prendo il prossimo

Il cielo in concerto

Prolegomeni

La serata Over 30

Otto marzo

La Cavalcata delle Valchirie (Der Walkürenritt)

La bicicletta trallallerullà!

#27

Il cantiere

Giugno

Nel pomeriggio le tende gonfie

Patiboli

Il respiro dell’ombra

Asterischi di numero tre

L’abitudine

Dite Dio

Lontano

Buio

Scrissi di te

Dicono che ognuno sia il frutto del suo fare

Cavalcata

Urban Love Makes Urban Poem “La spesa”

Vuoti

Comparazioni

Pendolari

La mitraille

Untitled

La teoria della condivisione del tutto

I mariti affranti e le ossessioni alimentari delle loro mogli

Il riscaldamento globale nella mia camera da letto

Vecchie Glorie disco pub

Guerra fredda al discount

Il Demone del Treno N. 1

Parole a colori

Il Demone del Treno N. 2

Estate

Sotto le stelle

Il Demone del Treno N. 3

Nuotare

Il Demone del Treno N. 4